Lega: voto Tav certifica differenze irrimediabili Lega-M5s

Adm/Afe

Roma, 8 ago. (askanews) - La Lega non chiede poltrone, esclude ipotesi di rimpasto, con M5s ci sono "visioni differenti" e il voto di ieri "ne è solo l'ultima certificazione". E' quanto si apprende da fonti del partito di Matteo Salvini.

"Mai chiesto né chiederemo poltrone, lontani da qualsiasi ipotesi di rimpasto di governo. C'è la consapevolezza e la presa d'atto che, dopo le tante cose buone fatte, da troppo tempo su temi fondamentali per il Paese come grandi opere, infrastrutture e sviluppo economico, shock fiscale, applicazione delle autonomie, energia, riforma della giustizia e rapporto con l'Europa tra Lega e 5stelle ci sono visioni differenti".

"Il voto di ieri sulla Tav - precisa la Lega - ne è solo l'ultima, evidente, irrimediabile certificazione. L'Italia ha bisogno di certezze e di scelte coraggiose e condivise, inutile andare avanti fra no, rinvii, blocchi e litigi quotidiani. Ogni giorno che passa è un giorno perso, per noi l'unica alternativa a questo governo è ridare la parola agli Italiani con nuove elezioni".