Legalità, a Roma convegno su lotta alla mafia e ruolo dei collaboratori di giustizia

(Adnkronos) - “Un convegno per affermare attraverso i diversi punti di osservazione che la lotta alla mafia passa dalla conoscenza del fenomeno e la rigidità delle leggi. Come quella La Torre". Lo dichiara Maricetta Tirrito portavoce del Comitato dei collaboratori di Giustizia (Co.G.I) che ha organizzato il convegno “La lotta alla mafia: a 40 anni dalla legge ‘La Torre’ Il ruolo dei collaboratori di giustizia” per il 9 settembre alle ore 17.00 in Campidoglio a Roma presso la Sala della Protomoteca.

“Bisogna sempre mantenere alta l’attenzione quando si parla di legalità e sicurezza. Oggi le modalità di azione della mafia e delle criminalità organizzate sono diverse da quelle che si leggono sui libri di storia ma restano il cancro del nostro Paese, il male assoluto, perché sono ancora più radicati nei territori; la comunicazione ed il dialogo sono centrali per debellare certi sistemi. E’ necessario parlarne, denunciare e condannare duramente. E’ assolutamente indispensabile portare anche nelle scuole questi temi, affinché i giovani vengano sensibilizzati e prendano coscienza del problema”, sottolinea Ambrogio Crespi, regista, ospite del convegno.

“Ringrazio Maricetta Tirrito, per aver organizzato questo evento insieme al Laboratorio 'Una Donna e Legalità è Libertà', l’associazione di Valeria Grasso, testimone di giustizia", continua. Parteciperanno anche: Benedetto Zoccola, l’imprenditore perseguitato dai boss e che, nonostante le minacce, i tentativi di estorsione e il sequestro, ha avuto il coraggio di denunciare i suoi aguzzini, facendoli arrestare e condannare; gli imprenditori Antimafia e testimoni di giustizia Valeria Grasso e Domenico D’Agati; Sergio De Caprio (Capitano Ultimo) l’uomo che ha fatto arrestare Salvatore Riina, il capo dei capi di Cosa nostra; Raffaella Delpoio, altra vittima di usura.

Al convegno interverranno anche: il giornalista Fabrizio Berruti, Antonio Colucci, il giornalista Francesco De Noia, l’avvocato Virgilio Di Meo, Il generale Milillo Fausto, il segretario nazionale Nuovo Sindacato dei Carabinieri, Roberto Di Stefano, Don Luigi Merola, Vincenzo Minardi del Mosap Sindacato Polizia, la consigliera capitolina Rachele Mussolini, Michela Toussan di Ugl e Antonello Delle Monache di Cittadinanza Attiva.