Legambiente aderisce alla campagna 'Save bees and farmers' -2-

Red/Nav

Roma, 23 dic. (askanews) - Per quanto riguarda l'economia eco-sostenibile - ha continuato Gentili -, è fondamentale che agli agricoltori vengano fornite valide ragioni anche di natura economica per aderire alle linee guida di una nuova PAC che non miri a finanziamenti a pioggia che premiano l'agricoltura intensiva e maggiormente inquinante, ma sostengano al contrario l'agroecologia e le azioni volte a tutelare la biodiversità messe in atto dagli agricoltori. L'auspicio - ha spiegato Gentili - è che, a seguito della mobilitazione, la Commissione europea presenti leggi coerenti con gli obiettivi indicati, impegnandosi ad agire allo scopo di salvaguardare gli ecosistemi naturali nelle aree agricole affinché l'agricoltura possa davvero diventare una forza motrice per il recupero della biodiversità. Un modo alternativo di fare agricoltura esiste e deve diventare il nostro unico faro. In tale ottica, è fondamentale ridurre fortemente la dipendenza dai prodotti chimici per l'agricoltura allo scopo di rendere il cibo più sano sia per noi che e per la natura, salvaguardando la ricca diversità delle tradizioni alimentari e agricole delle nostre terre. Legambiente chiede quindi con forza che anche nel nostro Paese si adottino normative più severe rispetto all'utilizzo dei pesticidi a partire dalla revisione del prossimo PAN (piano nazionale di azione per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari). Allo stesso tempo, è altrettanto importante favorire l'agricoltura biologica che com'è noto agevola la tutela della biodiversità e la salute dei consumatori, adottando una legislazione specifica attraverso la legge attualmente ferma al senato della Repubblica. La tutela delle api rappresenta senza dubbio, uno degli obbiettivi prioritari da raggiungere ed è per questo - ha concluso Gentili - che la nostra associazione è fortemente impegnata in campagne di informazione, sensibilizzazione e in attività concrete volte a salvaguardare con determinazione le api e gli insetti pronubi per il preziosissimo ruolo che svolgono. Del resto, già nel 2018 era stata avviato un processo per la forte riduzione dell'utilizzo di pesticidi a seguito del divieto totale d'impiego all'aperto di neonicotinoidi derogato in conseguenza delle numerose notifiche da parte degli Stati membri. Grazie a questa ICE, la distanza verso il raggiungimento degli obiettivi può accorciarsi. La biodiversità rappresenta la base di ogni forma di economia, considerando che l'80% della produzione alimentare europea dipende dall'impollinazione ad opera di api e pronubi (fonte FAO): andiamo con determinazione in questa direzione per salvare il clima, la biodiversità e il nostro Pianeta."