Legge Ue sul clima, Greenpeace: ci stiamo preparando al fallimento -2-

Red/Orm

Roma, 4 mar. (askanews) - L'unico impegno vincolante presente nel testo presentato oggi è l'obiettivo a livello europeo per l'azzeramento delle emissioni nette di gas serra nel 2050, già concordato dai governi nazionali lo scorso dicembre. Mentre il disegno di legge menziona una "traiettoria intermedia" per la riduzione delle emissioni, non propone nuovi obiettivi per il 2030. Al contrario, la proposta Ue ribadisce la decisione della Commissione di rinviare a settembre una valutazione d'impatto sulla revisione dell'obiettivo dell'Ue di riduzione delle emissioni di gas serra al 2030. Ciò significa che, per i governi europei, sarebbe estremamente difficile concordare un nuovo obiettivo prima dell'appuntamento cruciale della Conferenza ONU sul clima di novembre.

Un gruppo di paesi, tra cui Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Italia, Lettonia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia, Spagna e Svezia, ha inviato una lettera alla Commissione chiedendo che l'obiettivo dell'Ue di riduzione delle emissioni di gas serra al 2030 venga elaborato "il prima possibile", in modo che l'Unione europea possa dare l'esempio prima della COP26 di Glasgow.(Segue)