“Leggi dopo”, in arrivo la nuova funzione di Whatsapp

·2 minuto per la lettura
Messaggi
Messaggi

WhatsApp si rinnova: una delle sezioni classiche del servizio di messaggistica istantanea potrebbe incorrere in alcune sostanziali modifiche, destinate a diminuire le distrazioni provenienti dalle chat più attive.

WhatsApp, la sezione “Leggi Dopo”

Gli sviluppatori di WhatsApp stanno sperimentando da tempo modalità che rendano possibile silenziare o nascondere in modo più rapido le conversazioni. Nelle ultime ore, secondo alcune indiscrezione, sembra che gli utenti affezionati all’App dovranno presto dire addio alla sezione “Chat archiviate”, che verrà convertita in qualcosa di differente.

La notizia è stata diffusa dalla comunità di WABetaInfo che, analizzando una delle più recenti versioni beta di WhatsApp realizzata per iOS, ha notato una diversa dicitura in cima all’elenco delle conversazioni attive, posta in sostituzione della tradizionale scritta “Chat archiviate”. La nuova voce è stata nominata “Read Later” ossia “Leggi Dopo” o “Leggi più tardi”. La categoria “Leggi Dopo”, in base a quanto segnalato, conserverebbe la principale funzione prevista per le chat archiviate, consentendo di spostare al suo interno tutte le conversazioni che non si vuole più vedere nella schermata principale della piattaforma, ma aggiunge un’ulteriore possibilità. Tutte le chat spostate in “Leggi Dopo”, infatti, risulteranno automaticamente silenziate: non emetteranno notifica né torneranno ad essere visualizzate accanto alle chat attive. Tale impostazione di default, tuttavia, potrà essere modificata tramite un apposito pulsate con il quale si potrà scegliere di riattivare le notifiche per le chat collocate in “Read Later” all’arrivo di nuovi messaggi, ritrovando in questo modo la caratteristica originaria delle chat archiviate.

La data dell’aggiornamento

La funzione recentemente avvistata, essendo stata riscontrata in una versione Beta dell’App, potrebbe essere rilasciata nelle prossime ore o settimane. Nessuna comunicazione relativa alla data del rilascio dell’aggiornamento in questione, però, è stata per ora diffusa da WhatsApp: pertanto, non resta altro che attendere la conferma ufficiale da parte della piattaforma.