Leghisti sui social: "Abbraccio M5S-Pd sarà mortale"

webinfo@adnkronos.com

Il profilo Facebook di Matteo Salvini apre con la diretta video di ieri, con l'ultimo appello - rivolto dalla poltrona del Viminale - a Luigi Di Maio per tornare al governo gialloverde. E il popolo leghista è in fermento. La linea social la detta lo spin doctor del Capitano, Luca Morisi, che sottolinea come "le pagine grilline sono letteralmente sepolte da commenti durissimi e insulti irripetibili riguardo il governo Pd-5 Stelle". "Mai vista una simile, totale e virulenta contrarietà - si legge in un post pubblicato dal guru di Salvini - siamo a livello di suicidio politico: per evitare le urne elettorali rischiano di passare direttamente alle urne funerarie". 

Sulla rete il controcanto leghista è questo: "Cari amici 5Stelle, attenti all'errore che state facendo, l'abbraccio con il Pd sarà mortale". Non a caso la pagina Facebook ufficiale della Lega - Salvini premier apre con una vignetta che raffigura Matteo Renzi, che brandisce una falce, coperto da un velo, che bussa alla porta del M5S, dicendo "aprite... sono la vostra salvezza", lasciandosi alle spalle scie di sangue, dopo aver già fatto il suo 'lavoro' con Massimo D'Alema, Enrico Letta e Angelino Alfano. 

I post leghisti sono tutti allineati, scritti quasi a futura memoria, mettendo in guardia gli ex alleati. E lo scambio di battute che vede contrapposti il sottosegretario M5S Carlo Sibilia e l'eurodeputata leghista Francesca Donato, è significativo di quanto accade a livello generale. A Sibilia che sottolinea come "Conte ha avuto il grande merito di svelare l'imbroglio di Salvini al popolo italiano", risponde la presidente di Eurexit che commenta con "ora vi troverete benissimo con le ottime persone del Pd che vi somigliano tanto...". 

Il popolo del web prova a dire la sua. Per qualcuno, ormai l'inciucio è fatto, e bisogna attuare la politica del pop-corn lanciata a suo tempo da Matteo Renzi. "Basta aver pazienza, dopo tutto quello che abbiamo visto non sono più credibili", scrive Massimo, dicendosi certo che per il M5S l'abbraccio con il Pd sarà letale. Elvira aggiunge: "I 5s sono finiti e loro lo sanno, per questo non hanno ascoltato la base, per questo niente piattaforma Rousseau".  

Mentre Roberto scrive: "Se continuano così, fra qualche anno i 5S non esisteranno nemmeno più". Qualche grillino fa capolino sulla pagine leghiste: "Ve la state facendo sotto eh?", sfotte Stefano, sommerso da critiche di fan di Salvini. "Ma questi 5 stelle che ora hanno solo il 16% dei voti ma che cosa si credono di essere? Sono degli emeriti incompetenti, quattro scappati di casa", dice una arrabbiata Gaia.