Legumi a colazione: da Barilla biscotti con farina ceci e lenticchie

Red
·4 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 9 feb. (askanews) - Legumi a colazione, sembra una provocazione che potrebbe far storcere il naso ai più. E invece a scommetterci è proprio chi sulle colazioni ha una lunga esperienza. Mulino Bianco, brand del gruppo Barilla, ha, infatti, lanciato due biscotti realizzati con farina di legumi, sostenibili, healthy, come i trend alimentari del momento richiedono e, assicurano dal brand, soprattutto gustosi al palato.

"Con questi due prodotti - spiega Julia Schwoerer, vice president marketing Mulino Bianco - desideriamo portare nella colazione degli italiani dei biscotti che, oltre ad avere un buon profilo nutrizionale, utilizzino farine di legumi che sono coerenti con l'approccio alla sostenibilità della nostra azienda, e abbiano un gusto unico e sorprendente". Frutto di uno sviluppo durato quasi due anni, in cui si sono testati abbinamenti che integrassero il gusto dei legumi ai canoni più tradizionali della pasticceria, i nuovi Cecille e Lentille sono due frollini che, come suggerisce il nome, utilizzano farine di ceci con l'aggiunta di cacao e scorza d'arancia nel primo caso e farina di lenticchie rosse con mandorle in pezzi nel secondo. Innovativa anche la scelta del packaging, 100% riciclabile, che introduce le mono-porzioni anche a colazione, strizzando di fatto l'occhio al consumo fuori casa.

Dopo la pasta a base di farine di legumi, dunque, anche il mondo del bakery si affaccia su questo segmento contribuendo alla ripresa dei consumi di legumi, alimento centrale della dieta mediterranea, che nel 2020 ha registrato un aumento del 18,6% delle vendite a valore superando i 100 milioni di euro, dopo decenni di rallentamento. Una vera e propria riscoperta che non soddisfa solo l'aspetto nutrizionale, ma che apre nuove frontiere del gusto e contribuisce a un'agricoltura più sostenibile. Le leguminose, infatti, sono particolarmente adatte a una corretta rotazione colturale, pilastro di un'agricoltura più efficiente, possono vivere in terreni poveri migliorandone la fertilità e sono in grado di fissare nel terreno l'azoto presente nell'atmosfera, riducendo l'uso di fertilizzanti. Non a caso, le Nazioni Unite hanno scelto di celebrarli con una giornata mondiale, che cade proprio il 10 di febbraio.

Di fatto i due nuovi biscotti, prodotti nello stabilimento bakery di Castiglione delle Stiviere, nel Mantovano, sono l'ultima novità in un segmento, quello dei prodotti più salutari, dove Mulino Bianco dal 2010 ha cercato di rafforzare la propria posizione riformulando tutte le proprie ricette per ridurne grassi, sale e zuccheri e aprendo la strada ai prodotti integrali, senza glutine e senza zuccheri aggiunti che, dal 2013 al 2020, sono cresciuti in valore con un Cagr del 5,5%, arrivando, nel 2020, a pesare il 21% sul fatturato totale della marca.

L'ATTENZIONE DI MULINO BIANCO ALLA SOSTENBILITA' Anche l'attenzione alla sostenibilità e alla salvaguardia del Pianeta sono parti integranti dei valori del Gruppo Barilla, in linea con l'unico modo di fare impresa "Buono per Te, Buono per il Pianeta" (scopri il Report 2020). Grazie a un percorso pluriennale di ricerca e innovazione sugli aspetti ambientali e sociali legati alla filiera e al confezionamento, oggi il 100% delle confezioni dei prodotti Mulino Bianco sono progettate per essere riciclabili. Non solo: il 2020 ha segnato progressi importanti per il progetto Carta del Mulino, il disciplinare per un grano tenero sostenibile, lanciato nel 2019 assieme al WWF, a cui hanno già aderito migliaia di attori tra imprese agricole, stoccatori e mugnai. L'iniziativa, partita con il biscotto Buongrano, è stata estesa ai pani e oggi riguarda anche tutti i biscotti della marca.

MULINO BIANCO: RICERCA E INNOVAZIONE NON SI FERMANO MAI Per Mulino Bianco essere al passo con i tempi e con gli stili di vita significa anche una continua spinta all'innovazione, testimoniata dalla costante ricerca sui nuovi prodotti e dal miglioramento di quelli esistenti. Dal 2010 ad oggi il brand ha riformulato almeno una volta tutte le sue ricette, eliminando in 8 anni 6.475 tonnellate di grassi, 20.853 tonnellate di grassi saturi, 2.443 tonnellate di sale, 205 tonnellate di zuccheri, tutto ciò salvaguardando il gusto superiore che contraddistingue la sua offerta. Inoltre, tutti i prodotti Mulino Bianco sono realizzati senza olio di palma, grassi idrogenati, additivi conservanti e senza OGM. Dal 2013 al 2020 la gamma Mulino Bianco di prodotti integrali, senza glutine e senza zuccheri aggiunti è cresciuta in valore con un CAGR del 5,5%, arrivando, nel 2020, a pesare il 21% sul fatturato totale della marca. E' solo grazie a questa continua voglia di migliorarsi che Mulino Bianco nel 2020 ha fatto registrare il record di Biscotti mai prodotti, confermandosi marchio leader della categoria Biscotti in Italia.