Lei vax e lui no vax: la coppia litiga. Boom di separazioni in Italia

·1 minuto per la lettura
Getty Images
Getty Images

In Italia è boom di divorzi tra coniugi che la pensano diversamente a proposito di vaccini anti-Covid e Green pass. Tra le motivazioni da portare in tribunale per giustificare la separazione se ne inserisce una finora inedita: "Lui è no vax, ma lei è pro vax", o viceversa. E i problemi aumentano se di mezzo ci sono i figli da vaccinare. Così la richiesta per l'assegno unico e quella per il consenso al vaccino quest'anno sembrerebbero andare a braccetto.

LEGGI ANCHE: Divorzio: come spiegarlo al bambino (dai 5 agli 8 anni)

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Sesso, come ritrovare la passione?

"A essere maggiormente contrari alla somministrazione del vaccino sono soprattutto gli uomini", dice l'avvocato matrimonialista Carmen Posillipo. E spiega che tra le domande più frequenti c'è quella di un coniuge che chiede all'altro il consenso per vaccinare il figlio.

LEGGI ANCHE: Accoltella la moglie dopo essere andati dall'avvocato

"Avvocato, può chiedere al mio coniuge il consenso per il vaccino a mio figlio?", oppure: "Avvocato, può rispondere al mio coniuge che io per il momento il vaccino ai miei figli non voglio farlo?", sono le domande più comuni rivolte ai legali in tempo di Covid. Mentre nella casistica pre-pandemia i litigi erano per lo più incentrati sulle vacanze, sulla celebrazione dei sacramenti e sulla scelta dello sport.

LEGGI ANCHE: Covid, "sesso a rischio anche in coppia stabile"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli