L'emergenza poliomelite nello Stato di New York

ANGELA WEISS / AFP

AGI - È emergenza poliomielite nello Stato di New York. Il virus è stato ora rilevato in un campione di acque reflue della contea di Nassau. E si è sviluppato anche piuttosto velocemente. Ad agosto, per esempio, i funzionari di New York City hanno affermato di aver identificato la poliomielite nelle acque reflue della città.

Venerdì, funzionari sanitari hanno annunciato d'aver identificato il virus in 57 campioni raccolti dalle acque di scolo inquinate in diverse contee della parte meridionale tra maggio e agosto. La maggior parte dei campioni è stata raccolta nella contea di Rockland e 50 di questi erano geneticamente collegati al caso di un residente di Rockland, il primo accertato. Tredici dei campioni di acque reflue sono poi stati raccolti nella contea di Orange, sei nella contea di Sullivan e uno nella contea di Nassau. Del caso si è occupato diffusamente il New York Times.

Gov. Kathy Hochul of New York declared a state of emergency on Friday over the growing polio outbreak, in an effort to help equip health care providers with tools to curb the spread of the sometimes disabling virus before it takes further hold in the state.https://t.co/Z2QJ5NMDny

— The New York Times (@nytimes) September 9, 2022

L'ordinanza emessa dal governatore Kathy Hochul di New York a causa della crescente epidemia dell'antica malattia, che si riteneva in realtà debellata, consente agli operatori dei servizi di emergenza, alle ostetriche e ai farmacisti di somministrare il vaccino contro la poliomielite. La dichiarazione richiede inoltre agli operatori sanitari di inviare i dati sull'immunizzazione della poliomielite ai sanitari di New York in modo che possano determinare in quale parte dello Stato indirizzare gli sforzi della vaccinazione.

"Sulla poliomielite, semplicemente non possiamo giocare d'azzardo", ha dichiarato venerdì la dottoressa Mary T. Bassett, commissaria sanitaria statale. Quanto ai tassi di vaccinazione, invece, nelle contee in cui sono stati raccolti i campioni sono inferiori a quelli del resto dello Stato, secondo i dati resi noti ad agosto.

Il tasso medio di vaccinazione contro la poliomielite in tutta l'area tra i bambini di età inferiore a 2 anni è di circa il 79%. Il tasso nella contea di Rockland è di circa il 60%, a Orange County di circa il 59% e, infine, nella contea di Sullivan di circa il 62%. A New York City e nella contea di Nassau, i tassi di vaccinazione sono più alti. A Nassau, il tasso di vaccinazione contro la poliomielite per i bambini di età inferiore ai 2 anni è di circa il 79%. A New York City, circa l'86% dei bambini di età pari o inferiore a 5 anni viene vaccinato.