Leo Gullotta, dal matrimonio al traguardo delle unioni civili

leo gullotta

Di recente il simpatico e bravissimo Leo Gullotta si è sposato con il suo compagno, dopo una relazione durata oltre trent’anni. Il rinomato protagonista del Bagaglino è stato ospite di Eleonora Daniele a “Storie Italiane” su Rai Uno , dove ha ampiamente parlato delle sue recenti nozze. Tuttavia il comico ha anche affrontato altri argomenti, inerenti in special modo la sua vita professionale e i grandi successi che ha ottenuto nel corso della sua onorata carriera.

“Sto bene, mi ritengo fortunato”, ha dunque esordito Leo Gullotta prima di ricordare uno dei suoi personaggi più amanti, ossia la storica Signora Leonida. “L’ho interpretata per 22 anni e pian piano mi ha permesso di entrare nelle case degli italiani. Sono entrato con il mio lavoro e quel varietà mi fece ottenere gioia e piacevolezza. Ciò che si semina si raccoglie, quindi qualcosa di buono l’ho fatto”. In studio è poi stata mandata una foto di Oreste Lionello, che subito Leo ha commentato come un attore straordinario, ma anche un grande amico. “Con Oreste c’era un’affettuosa amicizia, è stato un immenso piacere lavorare insieme a lui”.

Leo Gullotta parla delle unioni civili

“La mia carriera è stata distinta dalla professionalità”, ha poi proseguito l’attore siciliano. Oggi, secondo il suo parere, vige un’impostazione diversa del lavoro, dove tutto è molto veloce, ma meno professionale, anche se questo non vuol dire che non ci siano delle eccellenze. Interrogato poi sui “mali” di internet e della rete in generale, l’attore ha spiegato che per lui nella vita è meglio incontrarsi e parlare di persona, onestamente. Tornando quindi a parlare del suo recente matrimonio, Leo Gullotta ha convintamente affermato la propria opinione. “Bisogna essere sempre contenti quando arrivano i diritti civili e le unione civili. Si è combattuto tanto, ma ancora bisogna crescere”. Importanti per lui sono inoltre i diritti sociali, affinché si possa vivere in un ambiente positivo e democratico.