Leonardo DiCaprio, l’ambiente e l’inquinamento del suo jet privato: le accuse su Page Six

Leonardo DiCaprio è una delle star più impegnate nella difesa dell’ambiente e nella lotta al cambiamento climatico. La protezione del pianeta e dei suoi equilibri è stata addirittura oggetto del suo discorso, molto atteso, pronunciato al ritiro del premio Oscar per il suo ruolo in The Revenant.

Proprio il protagonista di Titanic è stato al centro di numerose polemiche nelle ultime ore per aver percorso 8mila miglia con il suo jet privato in due soli giorni. L’attore, infatti, è stato a Cannes il 16 maggio, in occasione del Festival di Cannes, e il 18 era a New York per ritirare un premio dedicato proprio al suo impegno per le cause ambientali. Meno di 24 ore dopo, l’attore era di nuovo a Cannes per l’amfAR Gala, dove ha messo a disposizione la sua villa di Palm Springs, affittata per beneficenza per 500mila dollari alla settimana.

L’analista ambientale Robert Rapier, su PageSix.com, ha criticato duramente l’accaduto, puntando il dito contro l’inquinamento provocato dallo stile di vita dell’attore: “Dimostra esattamente perché il nostro consumo di carbone fossile continua a crescere. È perché tutti noi amiamo le nostre comodità. Le alternative richiedono sempre sacrifici, da una parte o dall’altra”.

“Tutti dicono, ‘ho le mie ragioni per consumare quello che consumo…È lo stesso ragionamento di miliardi di persone”, ha concluso l’esperto.

Leonardo DiCaprio ha anche postato una foto di se stesso all’evento di New York, organizzato da Andy Cohen al Chelsea Piers che aveva tra gli ospiti anche Robert De Niro e Sting.

“Èstato un onore essere qui con Ralph Lauren, Robert De Niro, Robert F Kennedy Jr e altri per supportare l’impegno a Riverkeeper per creare e proteggere un futuro più sano per milioni di persone”.