Leonessa uccide leone, padre dei suoi tre cuccioli: 'Aggressività incomprensibile'

La famiglia di leoni protagonista del luttuoso evento (foto: Indianapolis Zoo)

Un evento così raro che è finito sulle prime pagine dei giornali, anche se ‘a pelle’ potrebbe sembrare più normale. Allo zoo di Indianapolis un leone di 10 anni, Nyack, è stato ucciso dalla leonessa Zuri, 12 anni. I due condividevano la ‘custodia’ di tre cuccioli nati nel 2015. Mediaticamente questa notizia ha avuto una portata eccezionale. Ma perché questo clamore?

Lo zoo di Indianapolis ha scritto un post su Facebook per commemorare Nyack: “lo zoo è triste di annunciare che il leone africano di dieci anni Nyack è morto. La settimana precedente era rimasto ferito in un’aggressione da parte della femmina Zuri. Condurremo un indagine per cercare di capire cosa può aver provocato un incidente come questo. Zuri e Nyack avevano avuto tre cuccioli tre anni fa. Nyack era un leone magnifico e ci mancherà. Apprezziamo il supporto della comunità in questi momenti difficili“.

Nyack, il maschio ucciso da Zuri (foto: Indianapolis Zoo)

Il personale dello zoo sostiene di non avere notato alcuna avvisaglia nei comportamenti della leonessa, e pur ricordando che anche in natura eventi del genere possono accadere, hanno fatto sapere che la rarità della faccenda è uno dei motivi per cui bisogna studiare quanto accaduto.

Secondo la prima ricostruzione, ad allertare gli addetti sono stati i ruggiti provenienti dal recinto di Nyack; quando sono arrivati la zuffa era già in corso: impossibile separare la coppia in quel momento. Con un’aggressività mai vista prima, la leonessa ha stretto la morsa al collo di Nyack, fino a farlo soffocare. Così, tragicamente, è finita una convivenza nello stesso recinto che durava da ben otto anni.

La leonessa, che proveniva dallo zoo di San Diego, non sarà spostata per ora; resterà nella struttura di Indianapolis assieme ai suoi cuccioli orfani del padre, finché non saranno concluse le indagini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: