L'esordio 5 anni fa, l'investitura di Pioli e la questione rinnovo: Donnarumma è l'oro del Milan, più di Ibra

Alessandro Di Gioia
·2 minuto per la lettura

Correva il 2015, ormai cinque anni orsono: il Coronavirus non era ancora arrivato a modificare le nostre vite, il Milan lanciava in prima squadra una giovane promessa, che da allora non ha più abbandonato i pali rossoneri. Esattamente 1826 giorni fa infatti debuttava in Serie A e in prima squadra Gianluigi Donnarumma, schierato a sorpresa dal 1' contro il Sassuolo dall'allora tecnico Sinisa Mihajlovic, al posto dello spagnolo Diego Lopez.

211 PARTITE DOPO: VETERANO DI PERSONALITA' - Vittoria per 2-1, piccolo errore sulla punizione calciata da Berardi e finita in rete, ma da subito l'impressione di trovarsi dinnanzi a uno fuori dal comune: da allora Gigio è diventato un punto fermo del Milan, un titolare della nazionale italiana e uno dei migliori portieri al mondo. Donnarumma conta oggi 211 presenze con la maglia rossonera ed è ormai un veterano, tanto da avere vestito più volte anche la fascia di capitano al braccio. Oltre ad essere una delle personalità più forti dello spogliatoio, come confermato dallo stesso Pioli

'NON SONO PREOCCUPATO PER IL SUO FUTURO, LA SOCIETA'...' - Parole e musica: "L'avevo solo affrontato da avversario e potevo solo apprezzare le qualità tecniche. Qui ho trovato un ragazzo più grande rispetto alla sua età. Nella mia esperienza la sua crescita è stata continua, la sua disponibilità è tanta e sta crescendo in tutto quello che fa, dall'alimentazione alla cura dei particolari, è già di altissimo livello ma ha ancora tanti margini di miglioramento. Sono molto soddisfatto del suo approccio. Non sono preoccupato per il futuro perché fin quando vedo giocatori così attenti e positivi sono tranquillo e so che la società sta lavorando in una determinata direzione".​

LA QUESTIONE RINNOVO E L'ORO DEL MILAN .- Lo stesso allenatore rossonero ha di fatto blindato il futuro del numero 99, che tuttavia rimane in bilico, vista la scadenza di contratto il prossimo giugno e considerato chi è il procuratore del classe '99, Mino Raiola. Paolo Maldini dovrà essere abile nel trattare il prolungamento, ma sa di non poter vedersi sfuggire a zero un calciatore di tale levatura: in questo momento, 5 anni dopo, Donnarumma è l'oro del Milan, più di Zlatan Ibrahimovic. In campo e sul mercato.

@AleDigio89