L'esperienza in aeroporto dopo il lockdown per il Covid-19

manuale prendere aereo coronavirus

Tra i settori più colpiti dall’emergenza coronavirus c’è sicuramente il turismo, che si sostanzia di spostamenti e della voglia di stare a contatto con nuove realtà, spesso sconosciute. A risentirne sono poi anche le compagnie aeree, che hanno visto un crollo sostanziale del loro mercato e, purtroppo, anche il futuro non sembra dei più rosei con le nuove regole sul distanziamento sociale che impongono controlli e misure molto spesso difficili da applicare in uno spazio chiuso con un aeroplano. Il New York Times ha testato sul campo le nuove regole degli aeroporti, cercando di redigere una vero è proprio manuale per prendere un aereo ai tempi del coronavirus.

Il manuale per prendere aereo post coronavirus

Nel manuale per prendere l’aereo ai tempi del coronavirus c’è anzitutto il trasferimento in aeroporto. Il New York Times invita a muoversi con maggiore anticipo rispetto al passato, in quanto il tempo delle corse per prendere il volo all’ultimo secondo sembra, per il momento, essere finito. Per arrivare in aeroporto il consiglio è quello di muoversi con mezzi privati e di informarsi bene in merito alle pratiche per parcheggio e drop-off dell’aeroporto di partenza. Sapere già come ci si dovrà muovere è un ottimo modo per evitare le code: la maggior parte degli aeroporti hanno creato pagine con aggiornamenti Covid-19 e modificato le proprie regole per consentire solo ai passeggeri con biglietto e alle persone che li aiutano a effettuare il check-in di accedere ai terminal.

La preparazione da casa

Il consiglio è di comportarsi come se si stesse andando in qualsiasi altro luogo chiuso, sia esso un ristorante o dal parrucchiere. Portare dunque mascherina, salviette e disinfettante per le mani. Sui guanti le opinioni degli esperti medici si dividono, anche se alcune compagnie aeree hanno iniziato a fornirli ai passeggeri al momento dell’imbarco. È importante poi giocare d’anticipo scaricando l’app della compagnia aerea per l’imbarco senza contatto, il che ridurrà al minimo il numero di volte in cui è necessario consegnare documenti o touchscreen. Attenzione poi al fatto che molti negozi dell’aeroporto potrebbero essere chiusi e non tutte le compagnie aeree servono cibo sui voli, quindi potrebbe essere necessario portare dei viveri da casa. La maggior parte degli aeroporti scoraggia in questo periodo l’uso del denaro contante, per questo è importante munirsi di un carta di credito, un bancomat o una prepagata.

Le operazioni di imbarco

Iniziamo dal check-in. Per farlo in totale sicurezza è bene arrivarci preparati, mettendo il maggior numero di cose possibili nel bagaglio a mano anziché nel consueto cestino. Questa procedura velocizzerà la pratica di successiva sanificazione, in quanto servirà pulire solo il bagaglio e non ogni singolo oggetto. Per quanto riguarda l’imbarco è importante evitare gli assembramenti. In questo torna molto utile la politica utilizzata da tutte le compagnie aeree, ossia cadenzare gli ingressi con un numero di persone ridotto. Tempi più lunghi, ma con maggiore sicurezza.

Salito a bordo, che fare?

Devo pulire il mio posto? La risposta è prettamente personale. Le compagnie aeree hanno intensificato le operazioni di sanificazione, ma se pulire il proprio posto permette al passeggero una maggiore tranquillità nessuno avrà nulla da ridire. Capitolo mascherine. È necessario indossarle per tutto la durata del volo? Assolutamente si, e non sotto il naso o sotto il mento, ma a protezione di bocca e naso.