L'eterna gloria della vaselina

no credit

AGI - La vaselina? Storia di un olio immortale. Di color rosa, funziona per tutto. I cosmetici? Sono un elisir, che nei loro profumi e odori sono evocativi. E si tramandano di generazione in generazione. In Spagna, uno degli esempi più rappresentativi è la vaselina profumata Gal, dal nome stesso della profumeria fondata da Salvador Echeandía Gal nel 1889. Il suo prodotto di punta era il sapone da toeletta Heno de Pravia, si legge sul Paìs, nato all'inizio del 20° secolo dopo una passeggiata del suo fondatore attraverso i campi delle Asturie.

Tuttavia, si racconta, “anche se quel sapone profumato era ed è il loro prodotto più venduto, hanno davvero iniziato l'attività con un cosmetico molto diverso, Gal Oil. Oggi questo nome farebbe inorridire qualsiasi esperto di marketing, ma all'epoca l'oro nero era una pretesa potente. Era una lozione a base di petrolio ed essenze di agrumi che prometteva di combattere la caduta dei capelli, motivo per cui fu commercializzata prima tra gli uomini e poi convinse le donne che cercavano capelli lucenti e lucenti”.

Però questo precedente è rilevante per conoscere la storia della sua vaselina profumata poiché l'ingrediente principale di questo cosmetico è proprio la paraffina, un derivato del petrolio, oltre alla cera microcristallina, prodotto dallo sgrassaggio dell'olio nel suo processo di raffinazione.

Una microstoria. La vaselina in quanto tale esiste ufficialmente dal 1872, anno in cui il chimico anglo-americano Robert Augustus Chesebrough la registrò come nome commerciale. Il suo inventore lo scoprì per caso visitando una piattaforma petrolifera in Pennsylvania. Osservò come i lavoratori dell'impianto usassero una sostanza gelatinosa attaccata ai trapani come rimedio per ridurre le ustioni e curare le ferite.

Dopo aver sperimentato per diversi anni il prodotto, battezzato Petroleum Jelly, con l'obiettivo di migliorarne la formulazione, lo brevettò con il nome di Vaseline. Che ebbe successo negli Stati Uniti e subito dopo approdò in Europa. E il suo successo è legato alla sua funzione multiuso, uno dei suoi punti di forza è il fatto di essere emolliente, cioè di ammorbidire e mantenere l'idratazione nelle zone della pelle con tendenza alla secchezza o alla tensione

Su TikTok, ad esempio, “le nuove generazioni di amanti della cura della pelle hanno dato alla vaselina un nuovo utilizzo attraverso lo slugging , un metodo di routine facciale coreano originale che consiste nell'aggiungere uno strato di vaselina sul viso come passaggio finale del rituale di bellezza notturno”. Ma nel caso della vaselina neutra di Gal, “la sua particolarità sta nel suo aroma riconoscibile”, tant'è che l'azienda di proprietà del gruppo Puig, è stata un caso di studio per le sue strategie pubblicitarie e di marketing innovative all'inizio del XX secolo in Spagna. E il “passaparola” è stato decisivo per il successo di questo prodotto nel corso degli anni.

Oggi il prodotto sfrutta uno spirito “vintage”, legato anche al packaging dal look decisamente retrò.