Letizia Moratti: "Unità mobili per vaccinare gli over 60 rimasti"

·2 minuto per la lettura
Letizia Moratti
Letizia Moratti

Letizia Moratti, vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, ha dichiarato che, per convincere i circa 450 mila over 60 lombardi non ancora vaccinati a immunizzarsi contro il Covid-19 “andremo casa per casa”. Moratti ha annunciato che l’8 e il 9 luglio avverrà una prima sperimentazione con unità mobili nei comuni di Mortara (in provincia di Pavia) e di Monzambano (Mantova).

Letizia Moratti: “Necessario capire perché ci sono persone non ancora vaccinate”

Letizia Moratti ha parlato della situazione immunizzazioni contro il Covid-19 in Lombardia durante l’inaugurazione del nuovo reparto di Neuropsichiatria dell’Infanzia del Niguarda, nel centro di via Ippocrate: “Siamo la regione che ha la più bassa incidenza di over 60 non vaccinati, siamo al 14% su una popolazione di oltre 3 milioni, siamo a circa 450mila ancora non vaccinati. Abbiamo previsto degli open day e una modalità ancora più puntuale. Stiamo lavorando nella realtà di Pavia e e Ats Valpadana dove c’è una percentuale di vaccinati over 60 inferiore alla media regionale. Abbiamo creato con l’unità di crisi e con sindaci delle modalità che sperimenteremo l’8 e 9 luglio prossimo per andare con delle unità mobili, grazie alle liste date a sindaci e medici medicina generale, per capire perché ci sono persone non ancora vaccinate e spiegare il valore della vaccinazione“.

In Lombardia sono state in tutto somministrate 9.625.236 di dosi di vaccino contro il Covid-19. Le persone completamente immunizzate sono in totale 3.395.940.

Letizia Moratti: “Cercheremo di convincere tutti. Contiamo sui medici di famiglia”

I comuni di Mortara e Monzambano sono stati scelti per la sperimentazione poiché si trovano nelle province con una maggiore incidenza di non vaccinati. “Siamo la regione che ha vaccinato più over 60 ma non ci accontentiamo e quindi in ottemperanza di quanto richiesto dal generale Figliuolo andremo casa per casa e cercheremo di convincere tutti“, ha proseguito Letizia Moratti, che ha poi lanciato un appello ai medici di famiglia: “Contiamo moltissimo sui medici di medicina generale quindi speriamo in una loro mobilitazione perché con il loro aiuto ce la faremo”.

Letizia Moratti: “Variante Delta al 10%”

Secondo Letizia Moratti, “è prevedibile che la Delta possa diventare in 2-4 settimane quella prevalente” in Lombardia. “Dall’11 giugno al 5 luglio sono stati processati in Regione Lombardia 358.759 tamponi molecolari e 347.315 tamponi antigenici: la presenza di varianti è stata identificata come Alfa nel 64% e Delta nel 10%“, ha spiegato la vicepresidente.

Leggi anche: Coronavirus, bilancio del 6 luglio 2021: 907 nuovi casi e 24 morti in più

Leggi anche: Raffaella Carrà, i funerali il 9 luglio a Roma: domani corteo funebre e camera ardente in Campidoglio

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli