Letta avverte: "Berlusconi per il Quirinale? Si entra in un vicolo cieco"

·1 minuto per la lettura
Enrico Letta at the press conference comments on the results of the ballots in Rome and in other Italian municipalities during the News Roberto Gualtieri is the new mayor of the Capital on October 18, 2021 at the Rome in Rome, Italy (Photo by Gloria Imbrogno/LiveMedia/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via Getty Images)
Enrico Letta at the press conference comments on the results of the ballots in Rome and in other Italian municipalities during the News Roberto Gualtieri is the new mayor of the Capital on October 18, 2021 at the Rome in Rome, Italy (Photo by Gloria Imbrogno/LiveMedia/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via Getty Images)

“In questo Parlamento nessuno ha la maggioranza, dobbiamo trovare un’intesa su un presidente istituzionale, super partes e sulla prosecuzione della legislatura per affrontare Covid, Pnrr e il drammatico caro energetico che impatta sulle bollette. Sbaglia il centrodestra perché è evidente che la candidatura di Berlusconi è un vicolo cieco: cerchiamo questo nome, cerchiamolo insieme”. Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta al Tg3.

Draghi al Quirinale? “Non è il momento di fare i nomi, il nome dovremo deciderlo con i nostri alleati e il centrodestra. Oggi diciamo che Draghi gioca un ruolo fondamentale per il Paese e va tutelato”, ha aggiunto. E l’ipotesi del Mattarella bis? “Non è il momento di parlare di nomi, serve prima un accordo tra le forze politiche per un patto di legislatura, poi daremo i nomi”, risponde Letta.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli