Letta fa un bilancio sulle principali criticità del Green Pass

·2 minuto per la lettura
Green Pass Letta
Green Pass Letta

A meno di una settimana dall’entrata in vigore dell’obbligo del Green Pass per tutti i lavoratori, il segretario del PD Enrico Letta, nel corso del suo intervento alla trasmissione “Mezz’ora in più” in onda su Rai3 ha fatto il punto della situazione su quali sono state le criticità da quando è stato introdotto l’obbligo. “Bisogna gestire i primi giorni con buon senso”, ha precisato a questo proposito il segretario del Partito Democratico. Ha tuttavia lanciato un monito ai cittadini. Nel caso in cui non venga raggiunto questo buon senso ha proposto che si arrivi all’unica soluzione possibile ossia rendere effettivamente il vaccino obbligatorio.

Green Pass Letta, “Bisogna arrivare all’extrema ratio”

“Se non c’è buon senso per la gestione del green pass obbligatorio allora bisogna arrivare all’extrema ratio, che è l’obbligo del vaccino. Io ho sempre pensato che bisognava fare di tutto per evitarlo, ma l’extrema ratio c’è”.

Queste le parole di monito di Enrico Letta che, alla luce dei recenti avvenimenti si è chiesto se si debba davvero mettere in atto l’ultima soluzione possibile ossia rendere effettivamente il vaccino obbligatorio per chiunque.

Green Pass Letta, “Ci sono delle colpe, delle responsabilità”

L’intervento di Letta alla trasmissione di Rai3 è proseguito con pesanti critiche che sono state rivolte verso quanto è successo alla sede CGIL di Roma: “Ci sono delle colpe, delle responsabilità, non si può essere ambigui sulle violenze, sulla sicurezza, sulla libertà […] Se anche in queste ore si dice che non si capisce la matrice, condanniamo tutti e poi la prima persona con cui se la prendono è la ministra dell’Interno…Bisogna prendersela con i fascisti che hanno attaccato la Cgil”.

Green Pass Letta, “Quello che è successo è molto grave”

Infine Letta ha parlato della necessità che nessun forza politica vada a legittimare le violenze avvenute nelle ultime ore: “Bisogna che non ci sia nessuna forza politica che legittima in un modo o nell’atro queste forme di violenza. Oggi tutti hanno condannato, ma tutto questo è nato perchè da mesi ci sono ambiguità e si liscia i pelo a queste ambiguità”.

A tal proposito non è mancato l’attacco alla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: Enrico Letta, che ha annunciato la mozione per lo scioglimento di Forza Nuova, ha poi attaccato frontalmente Giorgia Meloni: “Oggi non parlava da un posto qualunque, da Madrid, dal Congresso di Vox, che è il partito neofranchista che vuole rilanciare e rilegittimare il regime franchista in Francia. Lei era l’ospite d’onore. Da noi c’è disattenzione colpevole su questo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli