Governo si aspetta fino a 5,8 mld da vendita quote Poste, Enav

L'Ad delle Poste Italiene Massimo Sarmi sulla bici elettrica usata da alcuni postini. Roma, 3 dicembre 2008. REUTERS/Remo Casilli

ROMA (Reuters) - Il governo prevede di ottenere fino a 5,8 miliardi dalla cessione delle partecipazioni in Poste ed Enav, secondo il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni.

"Poste vale tra i 10 e i 12 miliardi e quindi il 40% vale tra 4 e 4,8 miliardi, la valutazione di Enav è dell'ordine di circa 1,8-2 mld, quindi il 49% di Enav che si vuole vendere vale circa 1 miliardo, 1 miliardo e qualche cosa", ha detto il ministro in una conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Il ministro ha aggiunto che si augura di poter concludere l'operazione su Poste prima dell'estate e ha confermato che il governo sta lavorando per allungare a 5 da 3 anni la convenzione con Cdp e il contratto di programma.

(Giuseppe Fonte e Alberto Sisto) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia