Letta: io qui non per rendere Pd docile con Draghi ma per vincere

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 mar. (askanews) - Il Pd appoggia il governo Draghi convintamente, ma Enrico Letta non è il commissario arrivato per rendere il partito più docile rispetto all'esecutivo. Il neo-segretario democratico lo ha spiegato parlando alla stampa estera, precisando che il suo obiettivo è preparare una alleanza di centrosinistra capace di vincere alle prossime Politiche. "Per quanto ci riguarda non abbiamo nessun problema ad andare avanti su questa linea (quella del governo Draghi, ndr), sulla base delle nostre idee. E io le ho dette alla nostra assemblea quali sono le nostre idee. Il nostro appoggio a questo governo è in linea con quanto abbiamo fatto in Parlamento".

"Ma - ha avvertito - io sono qui per preparare il dopo. Non pensiate che sia arrivato qui per essere il commissario del Pd, che commissaria il Pd oggi per renderlo più con la testa chinata nei confronti del governo, no. Io sono qui perché ritengo che il nostro partito sia assolutamente a casa sua col programma del governo Draghi. Ma sono qui per preparare alleanza di centrosinistra guidata dal Pd che vincerà le elezioni del 2023".