Lettera di Juncker a Conte: “Italia giocherà ruolo importante nell’Ue”

juncker conte lettera

Governo M5SPd, l’Ue festeggia per il nuovo esecutivo europeista. Dopo le parole del vicepresidente Timmermans, ora arriva anche il messaggio del presidente della Commissione Europea Jean Claude Juncker, che si congratula con Conte: “Convinto che l’Italia saprà giocare un ruolo di primo piano”.

La lettera di Juncker

Il nuovo governo M5SPd convince. Non solo, piace – e molto, a tutta l’Ue che continua ad inviare auguri alla nuova squadra di governo, nata dopo giorni e notti di trattative e discussioni. Si festeggia a Bruxelles, che sembra tirare un sospiro di sollievo per via del nuovo esecutivo europeista. Prima la neo presidente della Bce Christine Lagarde, poi l’uscente commissario europeo agli Affari economici Pierre Moscovici, a seguire il vicepresidente della Commissione Europea Frans Timmermans, ora arriva anche il messaggio del presidente della Commissione, Jean Claude Juncker, che si congratula con Conte. “Grazie alla sua leadership e con il sostegno del suo governo sono convinto che l’Italia saprà’ giocare un ruolo di primo piano nell’affrontare le sfide europee ed essere all’altezza delle sue responsabilità’ di stato fondatore dell’Unione”. Le parole di Juncker, scritte nero su bianco in una lettera inviata al presidente del Consiglio Italiano. Che continua, parlando poi a nome di tutta Bruxelles: “Onorevole presidente del Consiglio, caro Giuseppe desidero formulare, a nome della Commissione europea, le più sincere congratulazioni per la Sua nuova nomina a Presidente del Consiglio della Repubblica italiana. La formazione del governo da lei presieduto giunge in un frangente importante per la nostra Unione, che richiede il rinnovato impegno di tutti gli Stati membri”, scrive Juncker.

Le sfide del futuro

“Mi dà conforto la consapevolezza che le sfide che abbiamo di fronte – dalle migrazioni alla necessita’ di assicurare uno sviluppo sostenibile alle nostre economie e sicurezza ai nostri cittadini – non sono uno sforzo da affrontare singolarmente ma tutti assieme”, prosegue il presidente, che conclude con una promessa: “Le posso assicurare che la Commissione rimarrà a sua completa disposizione nei prossimi mesi e le auguro il migliore successo”.