Lettera Ue su effetto serra, Costa: a lavoro per sanare situazione

Cro/Ska

Roma, 25 lug. (askanews) - "Stiamo lavorando con la Commissione europea per adempiere alla contestazione a stretto giro". Così il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa commenta la lettera di messa in mora della Commissione Europea all'Italia per non aver notificato all'esecutivo comunitario le misure adottate per sanzionare le violazioni al regolamento sui gas fluorurati ad effetto serra.

"Il provvedimento che sana la situazione - aggiunge Costa - è già al vaglio della Presidenza del Consiglio, che potrà calendarizzarlo nelle prossime sedute del Cdm".

"Il Dipartimento per le Politiche europee - conclude il ministro - ha già informato la Commissione sulla chiusura a breve dell'iter".

Per quanto riguarda poi la lettera inviata al nostro Paese dalla commissione europea sulla questione delle fogne e dei depuratori, è stata approvata nella legge Sblocca Cantieri la norma che amplia i poteri del commissario alle acque, secondo il modello già funzionante per le discariche, dove la commissione europea sta scomputando le procedure. "Anche su questo, quindi, siamo sulla buona strada", conclude il ministro.