Letteratura: addio a Majorino, poeta della sperimentazione plurilinguistica /Adnkronos

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 20 mag. – (Adnkronos) – Lo scrittore, poeta e critico letterario Giancarlo Majorino, tra gli esponenti di spicco della poesia del Novecento italiano, protagonista di una acclamata sperimentazione plurilinguistica, con la mescolanza di prosa e versi, è morto questa mattina a Milano all'età di 93 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato dalla Casa della Poesia di Milano, "che lui ha fortemente voluto e mantenuto viva", di cui era presidente dal 2005. Da oltre 60 anni era sposato con Enrica Villain ed era lo zio dell'ex assessore milanese ed eurodeputato Pierfrancesco Majorino.

Nato a Milano il 7 aprile 1928, dopo la laurea in giurisprudenza, Giancarlo Majorino si dedica subito alla poesia e alla critica letteraria, attività che accompagna prima come bancario e poi come docente nelle scuole superiori. Ha fondato e diretto la rivista "Il Corpo" ed è stato collaboratore dei periodici "Il Verri" e "Il Menabò letterario". Nella sua prima opera in versi, "La capitale del Nord" (Schwarz, 1959) Majorino ha preferito i metri della tradizione, endecasillabi e settenari, così come il gruppo di poesie uscite sulla rivista "Il Menabò" nel 1963 su invito di Elio Vittorini.

I testi successivi sono caratterizzati da una prospettiva sperimentale, pluringuistica, come testimoniano "Lotte secondarie" (Mondadori, 1967); "Equilibrio in pezzi" (Mondadori, 1971); "Sirena" (Guanda, 1976); "Provvisorio" (Mondadori, 1984); "Ricerche erotiche" (Garzanti, 1986); "La solitudine e gli altri" (Garzanti, 1990); "Cangiante" (Scheiwiller, 1991); "Tetrallegro" (Mondadori, 1995). E' autore anche di "Autoantologia" (libro che raccoglie gran parte dei lavori precedenti), uscita da Garzanti nel 1999. Nella collana Lo Specchio di Mondadori sono usciti "Gli alleati viaggiatori" (2001), "Prossimamente" (2004), "Viaggio nella presenza del tempo" (2008, un poema iniziato e continuamente rivisto dal 1969), "Torme di tutto" (2015). La raccolta più recente è "Slogan profondi" (con sedici disegni dell'autore, La vita felice, 2016).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli