L'Europa in recessione: parola della direttrice del Fmi

L'Europa deve prepararsi alla recessione. A dirlo è una voce autorevole, quella della direttrice del Fondo Monetario Internazionale. In un'intervista a Euronews, Kristalina Georgieva ha spiegato che l'orizzonte economico è fosco, a causa della guerra in Ucraina e della conseguente crisi energetica.

Recessione alle porte

"Gli effetti sulle economie europee sono tali che, secondo le nostre previsioni, metà dei Paesi dell'eurozona sperimenteranno almeno due trimestri di crescita negativa. In altre parole, una recessione".

"Giusto per dare un'idea di quanto sia significativo il contraccolpo sull'Europa: le nostre previsioni pre-pandemia e le nostre proiezioni attuali differiscono di 500 miliardi. La situazione per gli europei è decisamente, decisamente drammatica".

E le cattive notizie non sono finite: secondo Georgieva presto potrebbe anche andare peggio, nonostante le contromisure adottate dai governi nazionali e dalle istituzioni comunitarie.

"Non ho intenzione di indorare la pillola - afferma la direttrice del Fmi-: il 2023 sarà più duro del 2022. Il prossimo inverno per l'Europa potrebbe essere ancora più rigido. Perché i politici europei ora hanno agito molto rapidamente per riempire i depositi di gas. Ma nelle condizioni attuali, con la Russia che non fornirà più gas all'Europa... come verranno riempiti i depositi l'anno prossimo?"