L'evoluzione delle sopracciglia e della loro forma (dall'ossessione degli egizi alle Instagram brows)

·5 minuto per la lettura
Photo credit: Rosdiana Ciaravolo - Getty Images
Photo credit: Rosdiana Ciaravolo - Getty Images

Quanto influenzano la nostra espressività le sopracciglia? Tanto, anzi tantissimo: il 70% della nostra capacità di comunicare emozioni e sensazioni dipende da loro.

La loro centralità nel saper definire o incorniciare la bellezza del viso è risaputa fin da tempi antichissimi. Non è un caso che le donne egizie ne fossero ossessionate, curandole e colorandole: la bellezza ideale vedeva un arco tondeggiante e definito, come dimostrato dalla pittura del tempo. Non solo gli occhi erano truccati, ma anche le sopracciglia erano annerite con il kajal.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

Tutt'altro senso estetico era diffuso nell'Antica Grecia, che influenzerà poi la cultura latina: l'arco sopraccigliare selvaggio, folto e unito era assolutamente sintomo di bellezza intellettuale, divenendo il canone più diffuso. Addirittura, ne venivano applicate di posticce per renderle ancora più piene ed espressive.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

Con il passare dei secoli, in Occidente cambia completamente la concezione di bellezza femminile: il nuovo canone vuole il volto il più glabro possibile. Per tutto il medioevo e il Rinascimento le fronti altissime sono segnale di grazia e intelligenza: si ottengono rasando l'attaccatura dei capelli e si accompagnano a sopracciglia sottilissime o del tutto depilate, come possiamo vedere nei ritratti dell'epoca.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

Si è dovuto attendere circa tre secoli perché le donne tornassero a truccarsi e quindi a mettere mano anche alle sopracciglia. Nell'Ottocento, in piena epoca vittoriana, il trucco è diffuso solo nel mondo dello spettacolo, non ancora ben considerato dalla morale comune. A cambiare completamente la storia del costume è Thomas Lyle Williams, che nel 1913 inventa un prodotto apposito per scurire ciglia e sopracciglia grazie alla polvere di carbone mescolata con la vaselina. Un'idea nata per soddisfare il desiderio della sorella dello stesso Williams, Mabel, di rendere più intenso lo sguardo. Nasce l'azienda Maybelline e la produzione su larga scala di prodotti per il trucco.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

Contemporaneamente, nascono le stelle del cinema muto, che negli anni '20 diventeranno le prime dive pop, diffondendo un nuovo stile di bellezza che prevede sopracciglia sottili ma molto molto ampie: spesso vengono disegnate in maniera esasperata per enfatizzare le espressioni che vedremo sul grande schermo. Marlene Dietrich e Greta Garbo sono il perfetto esempio: quest'ultima se le fece disegnare nientemeno che da Max Factor in persona, che dopo averle completamente depilate, creò quelle che diventeranno il canone dell'epoca.

Gli anni '40 sono un periodo di transizione verso nuove sopracciglia e anche in questo caso a dettare legge è il cinema. Lauren Bacall e Grace Kelly prima, Elizabeth Taylor, Marilyn Monroe e Audrey Hepburn poi: tutte hanno sopracciglia naturali, folte ma assolutamente definite. Sono sempre ben truccate e hanno un ruolo centrale nel look, dove sono separate e arcuate, ma non troppo assottigliate dalla pinzetta.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

Negli anni '60 si diffondono quelle ad ala di gabbiano, come quelle che Sofia Loren era solita ridisegnarsi da zero, ma negli anni '70 si torna ancora una volta alle sopracciglia sottili, in un gioco di richiami che come vedremo, troveremo anche più avanti. L'arcata sopraccigliare alta è ancora più enfatizzata da ombretti chiarissimi e perlati: uno stile in netto contrasto con quello hippie, che invece è volutamente non curato e molto naturale. Ma anni '70 sono anche disco music, make-up esagerati e sopracciglia disegnate e ampie, per rendere il trucco ancora più evidente.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

Nel decennio successivo tutto è extra, tutto è volume, tutto è di più: capelli esagerati, colore a non finire e ovviamente sopracciglia grandi, enormi. Brooke Shields rappresenta in pieno la bellezza degli anni '80 e Madonna, icona pop di riferimento, sfoggia con orgoglio sopracciglia scure e folte.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

Tutto il contrario di quello che vedremo negli anni '90, quando invece torneranno le sopracciglia sottilissime. Le star del momento si armano di pinzetta ed eliminano i peli superflui sull'arcata sopraccigliare, imitate da moltissime ragazze. Pamela Anderson è la perfetta rappresentante della bellezza del decennio e ovviamente non può che avere sopracciglia molto sottili. La tendenza si protrarrà anche negli anni 2000: Christina Aguilera, Paris Hilton, Linsday Lohan, Britney Spears sono tutte portatrici sane di sopracciglia al minimo.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

Cosa succede poi negli anni '10 è l'ennesima inversione di tendenza: le sopracciglia tornano a essere folte, ma non estreme come negli anni '80. Grazie al diffondersi della nuova estetica dei social e ai tantissimi tutorial su come truccarsi, le eyebrows diventano definite e spesse, anche ridisegnate nella loro complessità. Soprattutto le ragazze pentite dello spinzettamento selvaggio di qualche anno prima, attraverso il make-up ricostruiscono la loro espressività. L'industria del beauty si adegua e inizia a proporre sempre prodotti più specifici, molto performanti e per tutti i gusti e gli stili. Nel frattempo si diffondono anche microblading, tatuaggi semipermanenti e tecniche che restituiscono sopracciglia sempre più naturali anche a chi le ha molto sottili o non le hga del tutto.

Nel 2015-16 la tendenza era sopracciglia folte e disegnate in maniera molto netta, spesso di un colore più scuro rispetto a quello dei capelli, come quelle di Cara Delevingne. Oggi invece, al netto di una maggiore libertà che inneggia alla naturalezza anche se questa significa monociglio, si tende a rispettare il colore naturale e a definirle sì, ma in maniera omogenea e più delicata.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

L'ultimissima tendenza (lanciata stavolta da Tik Tok) prevede sopracciglia effetto laminazione, ovvero pettinate verso l'alto in maniera esasperata, proprio come accade nei trattamenti semipermanenti, e bloccate con prodotti appositi, come saponi o gel a lunga tenuta. In questo caso, chi ha le sopracciglia sottili ma vuole questo stile, deve ricostruirle utilizzando le brow pen, una sorta di eyeliner precisissimo meno pigmentato di uno per gli occhi ma più resistente, pensato proprio per questa funzione.

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

{% endverbatim %}

Questa è l'ultima tappa, quale sarà la prossima?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli