L'ex capo della Protezione ha annunciato che la regione lombarda potrà rimanere fascia ad alto rischio

·1 minuto per la lettura
Bertolaso lombardia zona rossa
Bertolaso lombardia zona rossa

Aprile come marzo sarà un mese difficile. Lo ha dichiarato il consulente della Regione Lombardia ed ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso che ha ipotizzato un prolungamento della zona rossa in Lombardia anche dopo Pasqua. Intervistato da Giovanni Minoli a Radio Uno Bertolaso ha messo in luce come sarà fondamentale fare quante più vaccinazioni possibili: “Credo nel piano vaccinale del Governo Draghi che punta a somministrare le dosi a tutti entro settembre, raggiungendo dunque la soglia di 500.000 vaccinazioni al giorno.

Da noi in Lombardia, ad esempio, da aprile ne faremo 120.000 ogni 24 ore”. Una fase importante quindi che potrebbe portare alla fine del mese di aprile verso acque più calme.

Bertolaso: “Lombardia rossa dopo Pasqua”

“Aprile sarà ancora un momento di difficoltà ma alla fine del mese se vengono fatti i vaccini si vedrà davvero la luce in fondo al tunnel”, queste le parole del consulente della Regione Lombardia Guido Bertolaso intervistato su Radio Uno. Nel corso dell’intervento l’ex capo della Protezione Civile ha dichiarato che la regione Lombardia potrebbe rimanere zona rossa anche dopo Pasqua.

Il consulente della Lombardia ha poi proseguito evidenziando alcune criticità della prima gestione della Pandemia sotto il Governo Conte: “Il caos non aiuta e per molto tempo c’è stata contrapposizione. Ora c’è una sentenza Corte Costituzionale che regola i compiti dello Stato e quelli delle Regioni”. Sul depotenziamento della sanità pubblica a favore di quella una considerazione: “Sono entrambe un’eccellenza, ma diciamo che il bilancio alla fine è stato un po’ troppo squilibrato verso la privata”.