L'ex concorrente del reality ha subito due aggressioni

·2 minuto per la lettura
Andrea Zelletta
Andrea Zelletta

Andrea Zelletta è stato vittima di due brutti episodi avvenuti a Milano. L’ex tronista di Uomini e Donne, e finalista del Grande Fratello Vip, ha raccontato quello che è accaduto nelle sue storie Instagram, spiegando di essere stato aggredito per ben due volte.

Andrea Zelletta aggredito a Milano

Andrea Zelletta abita da diverso tempo a Milano e ha raccontato di essere stato aggredito due volte da alcuni malviventi. Questa situazione lo fa preoccupare molto, soprattutto perché teme per l’incolumità della sua fidanzata Natalia Paragoni. La prima aggressione risale ad una settimana fa, intorno alle 9 di mattina. “Dovevo andare in agenzia a ritirare un pacco. Mentre stavo per entrare in macchina, si avvicinano tre uomini, cercano di aprirmi lo sportello e di rubarmi il borsello che avevo appoggiato sul cruscotto. Per fortuna che ho avuto la prontezza di chiudere lo sportello e mettere la sicura” ha spiegato Andrea Zelletta, aggiungendo che fortunatamente gli aggressori sono scappati. Il secondo episodio è accaduto nelle ultime ore, in tarda serata.

Un uomo, come raccontato da Zelletta, si è diretto verso il portone di casa sua, prendendolo a calci e pugni e rischiando di distruggere la vetrata. L’ex gieffino, fortunatamente, ha avuto i riflessi pronti, perché aveva notato un individuo sospetto in lontananza, che guardava verso la sua abitazione, mentre portava il suo cane a fare i bisogni. “Ieri sera, sarà stata mezzanotte, sono sceso a portare giù il cane che doveva fare i suoi bisognini. Vedo in lontananza un uomo che si avvicinava e barcollava. Io entro dentro il portone. Appena entro, lui inizia a dare calci e pugni contro la vetrata del portone, quasi stava rompendo il vetro” ha raccontato l’ex tronista. Andrea ha ricordato che abita a Milano vicino alla stazione Centrale e che quella è una “zona non affatto raccomandabile” e sottolinea che “è sempre peggio“. Proprio per questo quando era al GF Vip era molto preoccupato per Natalia.