L'ex esponente del PD si apre alla direzione del nuovo segretario

·2 minuto per la lettura
Bersani letta centrosinistra
Bersani letta centrosinistra

Ricostruire il centrosinistra grazie ad un’alleanza con il Partito Democratico di Enrico Letta e al contempo provando qualcosa di nuovo. Queste le parole di Pier Luigi Bersani ex esponente del PD e ora ad Articolo Uno che in un’intervista rilasciata al quotidiano “La Repubblica” ha evidenziato la necessità di cambiare marcia per poter tornare vincente con un centrosinistra rinnovato dall’interno. Molti i temi trattati nell’intervista. Non solo la necessità di rifondare il centrosinistra, ma anche lo Ius Soli da anni molto dibattuto passando per la necessità di idee concrete senza che quest’ultime ultime sfocino nel populismo

In altre parole secondo Bersani il centrosinistra deve sapersi dare un’identità tutta nuova mettendo in luce la necessità di uscire dalla solita cerchia aprendosi al mondo esterno. “Se noi allarghiamo il campo di una sinistra plurale e Conte porta a maturazione i 5 Stelle, possiamo farcela. E vincere”.

Bersani a Letta: “Ricostruiamo il centrosinistra”

Prendiamola da fuori usciamo dalla solita cerchia, apriamoci al mondo esterno, se vogliamo vincere. Perché ora, ne sono convinto, si può vincere”, a dirlo da Pier Luigi Bersani che rivolgendosi al neo segretario Enrico Letta attraverso un’intervista al quotidiano “La Repubblica” ha annunciato che pur non volendo rientrare nel Partito Democratico si è messo a disposizione al fine di dare nuova vita al centrosinistra.

Sullo ius soli ha dichiarato: “non va lontano un Paese che non riconosce come italiano un bimbo che va a scuola, figlio di gente che lavora e paga le tasse di una “legge sulla rappresentanza che riconosca la validità erga omnes dei contratti firmati dai sindacati più rappresentativi dei lavoratori e delle imprese”.

Infine sul rapporto con Enrico Letta, Pier Luigi Bersani ha spiegato : “La nostra amicizia tradotta in politica è complementarietà, non sovrapposizione” Ma sa qual è la novità più evidente portata dal segretario del Pd? Che vuole vincere con un campo di centrosinistra largo alleato con i Cinquestelle. Questo a Zingaretti non lo hanno permesso, Letta può farlo”.