L'ex moglie di Ettore Bassi: "Sono disperata e senza soldi: mi sento ostaggio del mio ex marito"

HuffPost
Ettore Bassi e la moglie Angelica Riboni

“Non ho una vita, non ho un soldo, sono ostaggio di mio marito e di cavilli burocratici”, è la confessione di Angelica Riboni, ex moglie dell’attore Ettore Bassi. Intervistata dal settimanaleOggi, la donna ha parlato dei problemi e della sua vicenda famigliare: “Se adesso ho deciso di parlare è perché sono disperata”.

“Io ed Ettore ci siamo lasciati nel 2016, su mia decisione: ha fatto cose che non ho potuto davvero perdonare [...] Fa guerra sui soldi e sta poco con le nostre figlie” [...] “All’inizio la separazione è stata civile, quasi armoniosa, per il bene delle nostre figlie. Ma poi non abbiamo trovato un accordo sulla separazione. La sua proposta era questa: 1500 euro per le figlie e niente per me “perché hai sempre fatto la mantenuta e hai il tuo trullo da cui trarre sostentamento”.

Poi, la donna ha parlato nel dettaglio del rapporto tra il suo ex marito e le tre figlie nate dalla loro unione. I due msi erano conosciuti nel 2000, sposati nel 2009 e sono diventati genitori nati di Caterina (17 anni), Olivia (15) e Amelia (5). La separazione è avvenuta nel 2016.

 

“A settembre si è fatto vedere dalle nostre tre figlie solo una volta e nel tentativo di accordo di separazione garantiva la sua presenza solo due giorni al mese”.

 Angelica Riboni ha anche lamentato il fatto che il procedimento penale che vede coinvolta lei e il protagonista dell’ultima edizione di Ballando con le stelle.

“Ettore [...] sta cercando di spostare il processo a Bari. Ora è pure ricorso in Cassazione, per riuscirci. Non so perché lo faccia, mi viene da pensare male, forse si sente più sicuro giù, dove ha molte conoscenze. Oppure vuole solo perdere tempo [...] Ettore, lascia perdere la Cassazione, andiamo davanti a un giudice, stabiliamo di chi è la colpa della separazione e chiudiamo questa manfrina, per il bene di tutti”.

Continua a leggere su HuffPost