L'ex premier torna in cattedra, lectio magistralis telematica

·1 minuto per la lettura
Sondaggio
Sondaggio

Aveva annunciato pochi giorni fa il suo ritorno tra le aule dell’Università di Firenze ed ecco che nella giornata del 23 febbraio è arrivata la conferma. Come reso noto dalla stessa università, il prossimo venerdì 26 l’ex premier Giuseppe Conte terrà una lezione via streaming agli studenti dell’ateneo fiorentino in cui racconterà la sua esperienza al governo del Paese di questi ultimi due anni.

Lezione di Conte in università

Nella stessa giornata Conte incontrerà anche il rettore dell’Università Luigi Dei e successivamente avrà una riunione con la presidente della Scuola di Giurisprudenza Paola Lucarelli e con il direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche Andrea Simoncini al fine di definire i suoi prossimi impegni didattici.

Per il momento il futuro dell’ex premier sempre dunque quello di un ritorno all’insegnamento, anche se in molto trai palazzi della politica lo rivorrebbero indietro come leader del Movimento 5 stelle quando non di un’alleanza elettorale tra i grillini e il Pd in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.

Le critiche di Fratelli d’Italia

Critiche all’annuncio della lezione di Conte all’università di Firenze sono arrivate dagli esponenti di Fratelli d’Italia, che in giornata hanno dichiarato: “Apprendiamo che l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte si recherà venerdì prossimo all’Università di Firenze dove è docente ordinario di diritto privato. Fino a qui niente di male. Ciò che riteniamo grave è il fatto che Conte terrà una lezione in diretta video-streaming trasmessa sul sito dell’Università, per parlare della sua esperienza al governo. Ora che non ha più poltrone dalle quali concionare, non usi l’Università pubblica come pulpito per fare propaganda politica.