LG annuncia il G5: un vero smartphone modulare

Yahoo Notizie International

BARCELLONA — Nel 2016, LG continua a costituire un marchio vincente nel mercato degli smartphone.

Ecco l’LG G5! (Yahoo Tech)

Domenica scorsa, durante la sua partecipazione al Mobile World Congress 2016, l’azienda coreana ha annunciato l’LG G5, l’ultimo nato della sua serie più performante di telefoni cellulari Android. Questo nuovo modello presenta nuove soluzioni, fra cui un sistema modulare per l’applicazione di accessori hardware. Ma il G5 è anche stato reso più snello nel software e nell’hardware, eliminando l’app drawer di Android, oltre che spostando e riducendo le dimensioni dei tasti del volume posteriori presenti sugli ultimi due telefonini della serie G.

Ecco a grandi linee cosa offre l’LG G5.

Un sistema di accessori modulari

La parte inferiore dell’LG G5 può essere sostituita con dei moduli di estensione. (Yahoo Tech)

Rimuovendo la parte inferiore del G5, è possibile estrarre la batteria del telefono. Si tratta certamente di una comodità, ma non è tutto: la vera novità è che questa parte può essere sostituita da accessori modulari, realizzati per fornire il G5 di funzionalità aggiuntive. Durante l’annuncio del G5, LG ha mostrato l’estensione LG CAM Pro, che aggiunge al cellulare un pulsante di scatto dedicato e un selettore di zoom, e l’estensione LG Hi-Fi Plus, che aggiunge una seconda uscita cuffia ad alta qualità (32 bit) nella parte inferiore del dispositivo.

L’estensione LG CAM Plus. (Yahoo Tech)

LG ha dichiarato che inviterà i produttori di terze parti a creare le loro estensioni modulari per il G5, dando il via di fatto a un mercato di accessori per smartphone modulari. Il concetto di cellulare modulare plug-and-play è stato accarezzato da Google per anni ma, sebbene non permetta di sostituire componenti principali come processori, schermi o fotocamere, è proprio l’LG G5 a rappresentare il primissimo vero smartphone modulare che si sia mai visto.

Uno schermo sempre attivo

Lo schermo del telefono non va mai in stand-by. (Yahoo)

Il G5 ha uno schermo Quad HD (ossia 2K) da 5,3 pollici. Poiché è di 1/5 di pollice più piccolo rispetto allo schermo QHD del G4, quello del G5 offre una maggiore densità di pixel (o PPI). LG dice che lo schermo del G5 è anche più luminoso e particolarmente visibile anche in presenza di luce solare, grazie a una Modalità Diurna attivata automaticamente.

Ad ogni modo, il principale miglioramento funzionale del nuovo telefono della serie G è probabilmente il display sempre attivo. Quando il cellulare è in stand-by, questa funzione mostra una vista minimalista dell’orario, degli eventi del calendario e del meteo. A detta di LG, grazie a una speciale configurazione per la retroilluminazione, questa modalità consuma meno dell’1% di carica della batteria all’ora.

Doppia fotocamera posteriore

La doppia fotocamera posteriore. (Yahoo Tech)

Il tipo di fotocamera doppia già presente nel 2015 sul modello LG V10 sul lato anteriore è stato utilizzato sul lato posteriore del G5. Il nuovo cellulare presenta una lente standard e un grandangolo da 135 gradi, in grado di garantire foto rispettivamente da 8 e da 16 megapixel. E anziché dovere decidere quale obiettivo usare al momento dello scatto, le due lenti funzionano contemporaneamente; ad esempio, rimpicciolendo lo zoom viene attivato automaticamente il grandangolo.

Grandi modifiche alla scocca

Tutto in metallo, con un lettore di impronte digitali sul retro. (Yahoo Tech)

Un’altra caratteristica hardware del G5 tratta da un altro dispositivo LG già esistente, il Nexus 5x commercializzato da Google, è il lettore di impronte digitali sul lato posteriore. Questo sensore circolare funge anche da pulsante di accensione del telefono, ma in questo modello della serie G i tasti del volume sono stati eliminati dal retro.

La scocca del G5 è costituita da metallo micronizzato, e al tatto appare leggermente meno rigida dei due precedenti esemplari della serie G. L’ingombro aggiuntivo è necessario per il sistema di espansione modulare, crediamo, e quindi si tratta di spazio ben speso. LG ha realizzato anche una lieve curvatura nella zona dove poggia l’orecchio, al di sopra dello schermo, semplicemente per motivi estetici.

Questo telefono è prodotto nelle colorazioni argento, titan (grigio scuro), dorato e rosa.

Potenza e velocità

USB Type-C: da provare! (Yahoo Tech)

Il G5 è pilotato da un processore Snapdragon 820, che garantisce velocità e potenza doppie rispetto allo Snapdragon 808 usato nel G4. Inoltre, la memoria RAM passa da 3 a 4 GB, ideali per il multitasking e l’esecuzione di app più impegnative.

La memoria integrata del G5 ammonta a 32 GB, ed è espandibile fino a 2 TB con microSD card.

Anche il connettore USB Type-C, che rappresenta il nuovo standard per computer e dispositivi mobili, è approdato all’LG G5 dalla serie Nexus. Ovviamente, esso è in grado di garantire tempi di ricarica rapidi, e similmente al cavo Lightning dell’iPhone, può essere connesso in entrambi i versi senza problemi.

La batteria del telefono è leggermente più piccola di quelle dei suoi predecessori della serie G, e sebbene LG non abbia fornito stime dirette della sua durata, possiamo presumere che duri tipicamente un giorno.

Il software

Il G5 non presenta l’app drawer. Le app sono tutte separate. (Yahoo Tech)

Il software LG UX 5.0 che gestisce il G5 è stato sviluppato partendo da Android 6.0 Marshmallow. Questo sistema operativo personalizzato si distingue dalle versioni di Android standard create da Google non solo per alcune differenze nel design, ma anche per la mancanza del cosiddetto app drawer, ossia la raccolta di app. Tutte le app installate sul cellulare sono quindi accessibili dalle schermate di base, proprio come avviene sugli iPhone. Infatti, LG ha dichiarato che questa decisione è stata influenzata da una ricerca di mercato, che ha mostrato come gli utenti siano “abituati all’interfaccia dell’iPhone.”

L’icona del gatto che designa gli accessori LG Friends. (Yahoo Tech)

Un’altra caratteristica esclusiva di LG presente all’interno del software G5 è la compatibilità senza bisogno di impostazioni con i dispositivi LG Friends, come il nuovo sistema di realtà virtuale LG 360 VR, l’LG 360 CAM e l’LG Rolling Bot, un drone terrestre in stile BB-8 controllabile via telefono. Sebbene gli accessori LG Friends possano essere usati con quasi tutti i telefoni Android, solo quelli certificati LG Friends, come il G5, possono rilevarli automaticamente e collegarvisi senza dovere effettuare alcuna impostazione — o tantomeno dovere entrare nel Play store per scaricare app aggiuntive.

Per quanto riguarda prezzo e disponibilità del G5, per ora LG ha rivelato solo che il suo smartphone dovrebbe uscire sulla maggior parte dei mercati mondiali ad aprile.

Daniel Bean