Lgbt, Malan: "No a nozze gay. Nella Bibbia omosessualità definita abominio"

(Adnkronos) - Il motivo principale per cui sono passato a FdI? "Ad esempio la posizione del governo Draghi sulla Legge Zan, a cui io sono contrario". A parlare, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, è il capogruppo Fdi al Senato Lucio Malan. La Chiesa Valdese, di cui lei fa parte, è però favorevole ai matrimoni omosessuali. "Ma non abbiamo il dovere di obbedienza, la chiesa Valdese è fondata sulla Bibbia e non sulla gerarchia". Sulla Bibbia c’è scritto che i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono vietati? "C’è scritto di peggio, ed in modo anche più esplicito. Non sui matrimoni ovviamente, a cui nessuno aveva pensato duemila anni fa". E cosa ci sarebbe scritto nella Bibbia su questo tema? "C’è scritto che l’omosessualità è un abominio, sia nell’Antico che nel Nuovo Testamento", ha detto il senatore a 'Un Giorno da Pecora'.

LE REAZIONI - "Questa è anche la posizione di Giorgia Meloni e del primo partito di governo?". Commenta così Alessandro Zan del Pd su Twitter. "Il capogruppo di FdI Lucio Malan: 'Sono contrario ai matrimoni gay. Lo dice la Bibbia, omosessualità è definita abominio'. L’unica cosa abominevole è la gente che la pensa come Malan". Così il tweet della dem Pina Picierno.

"Non so come qualificare queste esternazioni. Personalmente le considero indegne e sintomo di una profonda ignoranza. Se le nostre regole derivassero dal Vecchio Testamento non saremmo molto diversi dai talebani. Per fortuna abbiamo avuto il Vangelo e lo Stato laico". Così Carlo Calenda su twitter sulle parole di Lucio Malan. "Grazie Malan per aver spiegato perfettamente perché sono in @azione.it e non più con voi. Nel 2022 chi definisce l’omosessualità un abominio è fuori dal tempo e dalla storia", il tweet della presidente di Azione Mara Carfagna.

"Al senatore Lucio Malan devono essere sfuggite le affermazioni di Papa Francesco - che certamente meglio di lui rappresenta la Chiesa Cattolica - in tema di omosessualità. Come quando, ad esempio, ha affermato che 'gli omosessuali sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo'. Affermare che l’omosessualità è abominio citando la Bibbia – come ha fatto Malan - è surreale: dopo le nozze in chiesa con il bonus da questa destra non si sa cosa ci possiamo attendere…". Così Mariastella Gelmini, vicesegretario e portavoce di Azione.