Lia Sava “Se c’è cultura e arte non ci può essere morte”

Lia Sava
Lia Sava

“Se c’è cultura, arte e bellezze non ci può essere devastazione e morte. Siamo convinti che quando si trasmette ai ragazzi un messaggio di bellezza sarà più facile per loro dire no all’offerta deviante del crimine organizzato”. Così Lia Sava, Procuratore Generale di Palermo, a margine della presentazione della Giornata conclusiva dell’anno di commemorazione nel trentennale delle stragi di Capaci e via d’Amelio, nel capoluogo siciliano. xd6/vbo/gsl