Ilaria Cucchi spiega perché si è candidata con Verdi-Si

no credit

AGI - "L'incontro con Nicola Fratoianni è stato determinante. Mi ha chiesto di mettermi in gioco. Non sono una politica di professione: da qualche mese ho preso il diploma di geometra". Lo dice, in un'intervista a 'Il Giorno', Ilaria Cucchi, attivista e sorella di Stefano, il giovane ucciso nel 2009 mentre era in custodia cautelare, ora candidata con Verdi-Si alle prossime elezioni.

"E' stata la tragedia che mi ha coinvolto, che ci ha coinvolto, l'omicidio di mio fratello, a proiettarmi nella politica, a costringermi a combattere perché venisse fatta giustizia", spiega.

"Tredici anni fa avevo la vita di una giovane donna medio borghese, madre di due figli piccoli, con tante certezze. Se dovessi collocarmi politicamente direi che all'epoca ero di centrodestra, per semplificare. Quello che è accaduto a Stefano ci ha travolti. Ho conosciuto sul campo cosa significa battersi per i diritti umani, prima di allora non avrei mai pensato che potessero riguardarmi. Quel 15 ottobre 2009 ha segnato per sempre la mia vita", aggiunge.