Libano, Amnesty: almeno 409 feriti a Beirut lo scorso fine settimana -4-

Red/Sim

Roma, 23 gen. (askanews) - Nel fine settimana, il direttore generale delle Forze di sicurezza interne Emad Othman e il ministro dell'Interno ad interim Raya Haffar al-Hassan hanno dichiarato che l'uso della forza è avvenuto in risposta agli atti di "violenza e vandalismo di manifestanti non pacifici" nei confronti degli agenti delle Forze di sicurezza interna e contro proprietà pubbliche e private. Hanno detto che 142 agenti sono rimasti feriti durante questi atti nella notte del 18 gennaio, tra cui sette ufficiali, e tre hanno riportato gravi ferite. Durante le proteste avvenute il sabato, il ministro al-Hassan ha emesso una dichiarazione in cui chiedeva ai "manifestanti pacifici" di abbandonare la piazza luogo delle proteste per "evitare di rimanere feriti".

Secondo testimoni oculari e sulla base dei video diffusi in rete, alcune decine di dimostranti hanno lanciato pietre, petardi, segnali stradali e piante per alberature stradali in direzione della polizia antisommossa, con lo scopo di attraversare le barricate e raggiungere un punto più vicino al parlamento. Tuttavia, come chiarito dal Relatore speciale delle Nazioni Unite per i diritti alla libertà di riunione e associazione, il fatto che una minoranza di manifestanti abbia intrapreso atti individuali di violenza non rende l'intera protesta non pacifica o ne giustifica la sua dispersione con la forza. (Segue)