Libano, Amnesty: a Beirut forza eccessiva contro i manifestanti -4-

Red/Sim

Roma, 21 ott. (askanews) - Un'altra manifestante ha riferito ad Amnesty International dell'attacco delle forze di sicurezza nel quartiere di Saifi Village, dove lei e altre persone si erano dirette dopo lo sgombero di altre piazze: "Eravamo seduti, in modo del tutto pacifico. Ci hanno puntato le pistole addosso ordinandoci di andare via immediatamente. Ho temuto che ci avrebbero sparato e mentre correvamo via ho sentito dei colpi d'arma da fuoco. Un manifestante è stato picchiato sulla testa e stava sanguinando. Ho girato un video col telefonino, un soldato si è avvicinato minacciando di picchiare anche me".

Le Forze per la sicurezza interna hanno reso noto, sulla loro pagina Facebook, di aver arrestato almeno 70 persone per "atti di vandalismo e saccheggio". (Segue)