Libano, Amnesty denuncia arresti e torture di manifestanti

Sim

Roma, 29 nov. (askanews) - Amnesty International ha sollecitato l'esercito libanese a porre fine agli arresti arbitrari, ai maltrattamenti e alle torture nei confronti di coloro che prendono parte alle proteste in corso da sette settimane.

L'organizzazione per i diritti umani ha parlato con otto manifestanti arrestati durante le proteste e con un avvocato che rappresenta alcune persone in carcere, ha raccolto e analizzato documentazione video e ha esaminato alcuni referti medici.

I manifestanti hanno riferito di essere stati arrestati senza mandato, picchiati, derisi e umiliati, bendati e costretti a rilasciare confessioni false. Alcuni sono stati portati in centri di detenzione sconosciuti, senza poter comunicare con avvocati e familiari e senza ricevere cure mediche. Due di loro hanno denunciato di essere stati sottoposti a finte esecuzioni.

(Segue)