Libano,console onorario: stabilità grazie a Unifil e militari italia

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Tiro, 11 mag. (askanews) - "Unifil ha creato stabilità nel sud del Libano e il ruolo italiano è fondamentale, è importante. Oggi, quando si parla del contingente italiano, tutti applaudono al modello italiano perché l'Italia con il contingente italiano ha acquistato questo titolo, tutti qui li chiamano messaggeri di pace, portatori di pace". Cosi Ahmadá Seklaoui, console onorario a Tiro, nel sud del Libano, incontrando la stampa italiana per ricordare l'importanza e il ruolo dei caschi blu italiani nel Paese.

"I militari italiani qui nel sud del Libano hanno fatto e fanno un lavoro eccezionale - dice - sia per creare una area di sicurezza che in ambito di cooperazione civile, sia in ambito culturale che di costruzioni ma anche dando posti di lavoro. L'Italia è molto stimata dal libanese in generale".

Un supporto e una vicinanza, quelli dei caschi bianchi italiani, preziosi per la popolazione libanese, grazie ai progetti di intervento e di sviluppo, che passa anche dalla cultura. "La nostra ambasciata, tramite la cooperazione - prosegue il console onorario - ha fatto dei progetti di siti archeologici in tutto il Libano. Il nostro contingente militare ha fatto e sta facendo tanto anche in ambito culturale, che porta turismo e fa tanto anche per la situazione economica".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli