Libano, “Ecco come ci prepariamo per le scorte e la sicurezza”

featured 1606141
featured 1606141

Shama (Libano), 10 mag. (askanews) – Assicurano le scorte ai vip e alle delegazioni e la loro sicurezza; intervengono in caso di input interni ed esterni con l’operazione cosiddetta di “esfiltrazione”. Il terzo plotone Fucilieri della terza compagnia Isonzo del Reggimento Lagunari “Serenissima” si addestra duramente giorno dopo giorno, nella base di Shama, nel sud del Libano, nel sector west dell’Unifil, la missione di peacekeeping delle Nazioni Unite.

L’intera organizzazione si sviluppa in differenti fasi. Come spiega il maresciallo ordinario Domenico Brucoli, comandante del terzo plotone Fucilieri: “Durante l’attività addestrativa e durante tutte le attività addestrative che svolgiamo – ci racconta – seguiamo delle fasi, suddivise in una preparazione, che va dalla pianificazione, studiamo quello che dovremmo fare in fase di condotta. Poi c’è la fase di preparazione e poi di educazione e condotta, materialmente andiamo sul campo e riproduciamo quello che abbiamo preparato in fase esecutivo”.

I militari italiani si esercitano, ovviamente, anche per prevenire e rispondere in caso di “input interni ed esterni”: “Ogni unità ha dei soccorritori militari, preparati superiormente ai soldati normali”. “Tutti i soldati hanno una preparazione basica – conclude – ma i soccorritori ne hanno una superiore, stabilizzano il ferito, lo portano in zona medica o in elisoccorso”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli