Libano, esercito e manifestanti riaprono le strade a Beirut

Sim

Roma, 30 ott. (askanews) - I manifestanti hanno accettato di liberare il Ring Bridge al centro di Beirut, dopo che l'esercito aveva riaperto con la forza l'autostrada a Nord della capitale libanese, all'indomani delle dimissioni del premier Saad Hariri. E' quanto riporta oggi il quotidiano libanese Daily Star.

Le dimissioni di Hariri sono arrivate dopo quasi due settimane di proteste di piazza innescate dalla decisione di introdurre una tassa sulle chiamate via WhatsApp, in un contesto di forte crisi economica. "Non posso non riconoscerlo. Sono in un vicolo cieco", ha ammesso ieri Hariri, lanciando però un appello alla classe politica perchè "è nostra responsabilità oggi proteggere il Libano e rilanciare l'economia". (Segue)