Libano, Gen. Stecca: siamo controllori e pompieri della Blue Line

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Shama, 10 mag. (askanews) - "Siamo i pompieri di questa tregua: siamo i controllori e i pompieri". Il generale di Brigata Massimiliano Stecca, comandante della sector west di Unifil, la missione di peacekeeping in Libano, traccia un bilancio della missione dei caschi blu italiani.

"Monitoriamo che il cessate-il-fuoco in atto tra Israele e Libano continui a rimanere la costante della vita quotidiana - sottolinea il comandante in una intervista ad askanews - e laddove il fuoco che cova sempre sotto la cenere divampi, siamo anche i pompieri in grado di spegnerlo. La nostra è una presenza e una vigilanza continua, non solo della Blue Line, la linea di demarcazione tra Israele e Libano - prosegue - ma dell'intero settore in cui siamo schierati, cioè tutta la zona a sud del fiume Litani e la Blu Line. Lo facciamo attraverso pattuglie, posti di osservazione permanenti e temporanei nell'intera area di responsabilità, con un focus su questo organismo vivente e in continua evoluzione che è la Blue Line". Ssa

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli