Libano, inaugurato impianto fotovoltaico grazie a fondi italiani

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 10 mag. (askanews) - Cerimonia di inaugurazione di un impianto fotovoltaico nella municipalità di Tiro, nel sud del Libano, realizzato dai caschi blu italiani di Unifil, nell'ambito dei progetti della cooperazione civile d militare (Cimic), terzo pilastro del mandato della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite in Libano.

"Il progetto - ha detto il generale di brigata Massimiliano Stecca, comandante del sector west di Unifil in Libano - marca la vicinanza tra italiani e libanesi in particolare con la municipalità di tiro. La nostra storia comune affonda le sue radici anticamente, la nostra amicizia è più recente ma non meno salda"., ha aggiunto.

"Questa collaborazione - ha sottolineato Hassan Dabouk, sindaco di Tiro - è il frutto dell'amore esistente da sempre tra il popolo libanese e quello italiano. A nome di tutta la gente di Tiro dico che siamo membri della stessa famiglia. Dal 2006 - ha aggiunto il sindaco - sono stati realizzati numerosi progetti con fondi del popolo italiano. Questo è un progetto che rispetta l'ambiente - ha sottolineato - e che guarda anche al rispetto sanitario e al risparmio economico, vista la grave situazione. È un progetto importante per il funzionamento della nostra municipalità per servire la gente di Tiro".

I caschi blu italiani sono fortemente impianti nel sostenere progetti a favore della popolazione libanese: un mandato che rientra nei confini di Unifil.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli