Libano, l'ambasciatrice Italia a Beirut: "Stabilizzazione economica sarà priorità nuovo governo"

(Adnkronos) - (dall'inviata Silvia Mancinelli) - "Siamo in un processo elettorale che si è avviato e deve ancora completarsi, quindi è prematuro parlare del post voto. Va detto, però, che lo svolgimento delle elezioni è un fatto importante e positivo in sè, perché è un appuntamento democratico ed è lo strumento attraverso il quale la popolazione può esprimere il proprio progetto di rinnovamento della classe politica. Quanto cambierà dopo? Il processo di transizione è lungo, così come lo è il processo di ripresa del Paese da quella che è la più grave crisi socio-economica che ha conosciuto il Libano". (FOTO)

E l'analisi che Nicoletta Bombardiere, ambasciatrice d'Italia a Beirut, fa all'Adnkronos commentando le elezioni che si terranno in Libano tra quattro giorni. Mentre sottolinea la preziosa cooperazione italiana nella realizzazione di progetti infrastrutturali e umanitari, alle spalle dei silos dilaniati dall'esplosione di due anni fa, spiega: "La crisi che sta vivendo il Libano è stata definita dalla Banca mondiale stessa tra le più dure del secolo scorso a livello mondiale. Occorrono misure economiche e anche di rafforzamento delle istituzioni e della governance del Paese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli