Libano, manifestanti bloccano strade dopo discorso presidente

Fco

Roma, 13 nov. (askanews) - Manifestanti infuriati hanno bloccato le strade in Libano, dopo che le dichiarazioni del presidente sono sembrate ignorare le loro richieste e la morte - a colpi di arma da fuoco - di un manifestante. Gran parte del Paese continua a chiedere, senza sosta, le dimissioni della classe dirigente.

Scuole e banche sono rimaste chiuse mentre gli attivisti hanno rivolto un appello, sui social network, a protestare fuori dal palazzo presidenziale vicino a Beirut. A mezzogiorno, l'esercito ha chiuso tutte le strade che portano all'edificio, in particolare con del filo spinato. (Segue)