Libano, partiti governo accettano piano riforme del premier Hariri

Coa

Roma, 21 ott. (askanews) - Dopo diversi giorni di proteste, talvolta violente, i principali partiti del Libano hanno accettato ieri sera una serie di riforme proposte dal primo ministro Saad Hariri per mettere fine alle rivolte di piazza. Di fronte alla pressione della strada, Hariri aveva dato venerdì tre giorni di tempo al suo governo per approvare le riforme finora bloccate dalle divisioni politiche, un ultimatum che sarebbe scaduto questa sera.

Ma i principali leader politici hanno risposto ieri, accettando in particolare la decisione di evitare l'imposizione di nuove tasse e di avviare un programma di privatizzazione, secondo quanto riferito all'Afp da un funzionario del governo a condizione di anonimato.(Segue)