Libera: bene sentenza contro Spada, non abbassare guardia

Pol-Afe

Roma, 25 set. (askanews) - "La pronuncia della Corte di Assise di Roma con cui gli esponenti del clan Spada di Ostia sono stati condannati per associazione mafiosa delinea i connotati delle nuove mafie autoctone. Ancora una volta si certifica la natura mafiosa dei clan che si sono spartiti i traffici illeciti e che per anni hanno condizionatola vita economica e democratica del litorale romano, arrivando sin dentro il cuore della città". Così Libera in una nota commenta la sentenza che condanna agli ergastoli esponenti del clan Spada.

"La sentenza - prosegue la nota - conferma le solide ragioni che, nelle aule di giustizia e sul territorio, ispirano da anni l'impegno dell'associazione Libera che si è sempre battuta, con la massima determinazione, per respingere ogni strumentale minimizzazione delle presenze mafiose nelle realtà del centro-nord. La sentenza non ci deve far dimenticare che le mafie hanno una forte capacità di rigenerarsi, per questo è importante non abbassare la guardia. Oltre ai magistrati, il lavoro più importante di attenzione devono farlo tutti i giorni le istituzioni, la politica, le associazioni e cittadini".