"Libero De Rienzo morto per overdose di eroina". I risultati dell'autopsia

·1 minuto per la lettura
(Photo: Gareth Cattermole via Getty Images)
(Photo: Gareth Cattermole via Getty Images)

È morto per aver consumato eroina l’attore Libero De Rienzo, trovato cadavere il 15 luglio scorso nel suo appartamento in zona Madonna del Riposo, a Roma. Questo quanto emerge dall’autopsia e dagli esami tossicologici disposti dalla procura di Roma ed eseguita dal Policlinico Gemelli sul corpo di De Rienzo.

“Il decesso è riconducibile a un arresto cardiorespiratorio per intossicazione acuta e mortale da metaboliti di eroina”. Da quanto emerso nel corso dell’esame autoptico, l’attore avrebbe anche consumato della cocaina e dei tranquillanti che però non avrebbero causato il decesso.

Intanto la Procura di Roma ha notificato un avviso di conclusione delle indagini a carico di Mustafa Minte Lamin, 32 anni, l’uomo che avrebbe ceduto l’eroina all’attore.

Al cittadino del Gambia il pm Francesco Minisci contesta la detenzione e la cessione di droga e, inoltre, la “morte come conseguenza di altro reato”.
Quest’ultima accusa è contestata perchè i magistrati avrebbero trovato il “nesso causale” tra la morte di De Rienzo e la droga ceduta da Minte.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli