Libia, almeno 9.700 sfollati da inizio agosto per scontri a Murzuq

Sim

Roma, 20 ago. (askanews) - Sono almeno 9.700 le persone sfollate da inizio agosto a causa degli scontri tra comunità locali in atto nella città di Murzuq, nel Sud della Libia. Lo ha precisato oggi l'Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr), dopo che nei giorni scorsi l'Ufficio Onu per gli Affari umanitari (Ocha) aveva riferito di almeno 90 morti e oltre 200 feriti nelle violenze seguite "a diversi attacchi aerei di precisione". In particolare i raid del 4 agosto, attribuiti alle forze del generale Khalifa Haftar, che avevano causato almeno 42 morti.