Libia, Amendola: Russia e Turchia protagoniste per vuoto Ue e Usa -2-

Dmo

Roma, 9 gen. (askanews) - "Come Ue abbiamo lanciato i progetti Pesco, di cooperazione militare, abbiamo costituito un fondo europeo per la Difesa. E continueremo anche a mantenere un coordinamento post-Brexit con l'Uk. Ma va compreso che il vuoto geopolitico e i conflitti in un contesto dove il multilateralismo tra i giganti del mondo si èindebolito ci chiede ulteriore coraggio. Già adesso l'Ue ha delle missioni in campo e di addestramento fuori dai propri confini in base all'art.42 del Trattato".

"Sulla vicenda libica la deterrenza diplomatica e la capacità di agire con una voce sola sono alla prova dei fatti. E servono ad evitare che l'escalation militare nata nell'aprile scorso di venti una guerra civile in campo aperto. L'azione congiunta trail governo italiano, insieme al commissario Borrell e altri Paesi Ue, è al lavoro per riaprire uno spiraglio necessario al cessate il fuoco e al dialogo politico. Ma nulla esclude in futuro - e la tragedia siriana, ripeto, è di esempio - che, insieme alla diplomazia e alla forza economica, l'Europa unita con una politica comune non debba fare di più per porre rimedio a tragedie che colpiscono migliaia divittime innocenti". (Segue)