Libia, Ankara: la Francia, non la Turchia, fa "gioco pericoloso"

Sim

Roma, 23 giu. (askanews) - La Francia, non la Turchia, sta facendo "un gioco pericoloso" in Libia. Questa la risposta di Ankara a quanto dichiarato ieri dal presidente francese Emmanuel Macron, secondo cui Ankara "sta facendo un gioco pericoloso in Libia e sta violando tutti gli impegni presi alla conferenza di Berlino".

"Il presidente francese che definisce il sostegno della Turchia al governo legittimo della Libia un 'gioco pericoloso' si pu spiegare solo con una 'perdita di lucidit'", si legge in una nota diffusa oggi dal ministero degli Esteri e riportata dall'agenzia di stampa Anadolu.

"La Francia ha una grande responsabilit nella deriva della Libia in una situazione di caos, sostenendo da anni strutture illegali e, quindi, la Francia a fare un 'gioco pericoloso' in Libia", si legge nella nota, in cui Ankara invita Parigi "a mettere fine a iniziative che mettono a rischio la sicurezza e il futuro di Libia, Siria e Mediterraneo orientale e a creare invece canali di dialogo".